Indietro

Lavavetri abusivo, c'è l'ordine di allontanamento

E' la prima volta che un atto del genere viene notificato in tutta la provincia di Firenze. Sequestri della municipale al mercato cittadino

EMPOLI — Primo ordine di allontanamento eseguito dalla polizia municipale dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa. È avvenuto questa mattina in via Masini, nella zona della Chiesa di San Giovanni Evangelista dove un ragazzo di 19 anni senza fissa dimora stava tentando di lavare i parabrezza delle auto in attesa al semaforo per racimolare qualche spicciolo. 

Secondo le modifiche al regolamento di polizia urbana approvate dal consiglio comunale nella seduta dello scorso lunedì 21 maggio, questa pratica rientra nelle fattispecie sanzionabili dall’articolo 13 BIS del documento. Agenti del NOPS sono intervenuti per attuare il nuovo articolo: il giovane ostacolava sia la circolazione stradale, sia il libero utilizzo dell’area prospiciente alla chiesa, che è appunto una delle zone dove le forze dell’ordine possono sanzionare in base al regolamento modificato. 

Si tratta del primo ordine di allontanamento notificato dalle forze dell’ordine in tutta la Provincia di Firenze. 

Al ragazzo sono stati sequestrati gli strumenti del mestiere, ovvero due bottigliette di detersivo e una spazzola tergicristalli. 

Il provvedimento prevede l’allontanamento dall’area dove è avvenuto il fatto e ha una durata di 48 ore dall’accertamento del fatto. In caso di reiterazione (vale a dire in caso di nuova sanzione) il questore può disporre il divieto di accesso ad una o più aree interessate fino a 6 mesi (Daspo). Nel caso di persone condannate, con sentenza definitiva o confermata in appello negli ultimi 5 anni per reati contro la persona o il patrimonio, il questore può estendere la durata del divieto di accesso da 6 mesi a 2 anni.

I luoghi di applicazione dell’ordinanza sono i seguenti: la zona all’interno della Ztl, l’area pedonale e la zona del centro; la stazione ferroviarie e di autolinee, i luoghi di culto (cento metri prima e dopo ingresso);i musei (area prospiciente); le aree a verde, i plessi scolastici pubblici e privati (100 metri prima e dopo ingresso); i centri commerciali e supermercati (area a parcheggio a servizio clienti).

Sempre questa mattina, giorno di mercato a Empoli, agenti del settore ‘annona’ hanno svolto un servizio di controllo insieme al NOPS nella zona dello stadio e nell’area del ponte sull’Orme hanno sequestrato alcune borse contraffatte di famose griffe internazionale. I venditori abusivi si sono immediatamente dati alla fuga e gli agenti, che erano in borghese, hanno preferito non attivare un inseguimento tra la folla per non mettere in pericolo l’incolumità degli avventori. Il Nucleo Operativo di Polizia Stradale, secondo la nuova riorganizzazione della PM entrata in vigore da qualche giorno, si occupa anche di ‘antidegrado’.

"Grazie alla Polizia Municipale dell’Unione e in particolare al Nucleo Operativo di Polizia Stradale e al settore dell’annona, che si occupa di commerciale e mercati, per questi due interventi. Una conferma – ha detto il sindaco Brenda Barnini – dell’impegno che ogni giorno gli agenti mettono su tutto il territorio dell’Empolese Valdelsa e su Empoli. Per quanto riguarda la questione del Ciuchino soprannominato ‘Urbano’ dico semplicemente che la decisione goliardica della compagnia di Sant’Andrea va interpretata come tale. Le cose importanti del rapporto con gli agenti di PM sono altre, l’impegno che ho profuso per arrivare all’accordo sindacale che hanno sottoscritto per il trasferimento all’Unione ne è testimonianza così come le quotidiane occasioni di confronto e collaborazione. Tornando ai due interventi di questo giovedì, è un bene che i nuovi strumenti voluti dall’amministrazione comunale e votati dal Consiglio Comunale inizino a dare frutti tangibili. L’obiettivo quotidiano del nostro lavoro è quello di combattere il degrado e garantire sicurezza e degrado".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it