Indietro

Empoli non dimentica le foibe

Nel Giorno del Ricordo, una nuova vetrina in biblioteca, copertina per i canali social e un momento di riflessione in consiglio comunale

EMPOLI — La città non dimentica la tragedia delle foibe e celebra il Giorno del Ricordo in memoria delle tante vittime e dell'esodo giuliano-dalmata.

Come avvenuto anche nel 2017, anche per quest’anno è previsto un intervento nella prossima seduta del consiglio comunale, quindi una vetrina di libri in biblioteca e una copertina dedicata sui canali social istituzionali.

La “Giornata del Ricordo” si celebra sabato 10 febbraio, in memoria delle oltre 15.000 vittime delle foibe e dell’esodo di 350.000 Italiani costretti a fuggire dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia, a causa delle vicende della II Guerra mondiale e della situazione al confine nord-orientale dell’Italia.

Il 10 febbraio del 1947 fu infatti firmato il trattato di pace con cui le province di Pola, Fiume, Zara, parte delle zone di Gorizia e di Trieste, passarono alla Jugoslavia.

L’amministrazione comunale di Empoli intende celebrare il Giorno del Ricordo con un intervento del presidente del Consiglio Comunale, Roberto Bagnoli, all’inizio della prossima seduta di giovedì 15 febbraio; inoltre una serie di libri storici e di approfondimento sulle Foibe sono presentati nella vetrina all’ingresso della biblioteca comunale ‘Renato Fucini’ da ieri e con un piccolo opuscolo bibliografico distribuito dentro la struttura; poi le pagine Facebook e Twitter del Comune di Empoli hanno una copertina dedicata. Anche le bandiere italiane a mezz’asta o listate a lutto su alcuni palazzi comunali rappresentano un simbolico ricordo di quel dramma.

Non ultimo, nel percorso di formazione degli insegnanti che partecipano al Progetto ‘Investire in Democrazia’, avviato da anni da parte dell’amministrazione comunale, un modulo specifico è dedicato all’approfondimento sulla tragedia delle foibe: in sostanza i docenti hanno la possibilità di scegliere per le proprie classie un percorso di conoscenza su tematiche connesse al Giorno del Ricordo, il modulo di quest’anno si intitola: "L'alto adriatico, crogiuolo delle violenze del secolo breve".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it