Indietro

Vibac, 120 lavoratori di fronte ai cancelli chiusi

La multinazionale aveva annunciato la decisione di chiudere. Dopo circa una settimana di presidio permanente nello stabilimento, oggi cancelli chiusi

VINCI — Centoventi persone vivono momenti difficilissimi dopo che la proprietà di Vibac (a Mercatale di Vinci), nei giorni scorsi, ha annunciato la decisione di chiudere lo stabilimento e mettere in mobilità i lavoratori.

Una decisione che, da subito, ha creato un forte senso di protesta e per circa una settimana i lavoratori hanno manifestato in presidio permanente all'interno dello stabilimento, mentre la produzione era ancora in essere.

Oggi invece i lavoratori hanno trovato i cancelli chiusi. Produzione cessata, così ha deciso la multinazionale a cui Vibac fa capo. I lavoratori hanno protestato in via di Mercatale, di fronte alla ditta. Presente anche il sindaco di Vinci, Giuseppe Torchia e le forze dell'ordine.

La multinazionale ha motivato la decisione di interrompere l'attività dello stabilimento di Mercatale per "ragioni di sicurezza".

Intanto domani, alle 13,30, è atteso alla Vibac il presidente della Regione Enrico Rossi. 

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it